Skip Navigation LinksHome » I Quaderni » Giulio Cesare Lagalla. Un Aristotelico che dialogava con Galilei
Quaderno n.14
Giulio Cesare Lagalla. Un Aristotelico che dialogava con Galilei
di Emilio Sarli e Vincenzo Maria Pinto
Battipaglia: Laveglia&Carlone s.a.s. 2015, pp. 182. Quaderno n.14


Galileo Galilei e Giulio Cesare Lagalla, dalla vigna di monsignor Malvasia sul colle del Gianicolo, osservarono gli astri attraverso il cannocchiale e ne trassero conclusioni diverse, perché erano interpreti di visioni differenti: il mondo dei sensi contro il mondo di carta, l'autonomia del pensiero contro l'autorità, il libero sapere contro l'ipse dixit.
Il libro è finalizzato a delineare l'esperienza umana e speculativa di Lagalla, medico, professore di logica e filosofia, autore di opere che figuravano nella biblioteca di Galilei e il cui nome è legato anche ad un cratere lunare ed alla causa di beatificazione di san Luigi Gonzaga.